Pisgana e Pisganino scialpinismo

Pisgana e Pisganino scialpinismo

Dove e quando

Cosa dire di una dei percorsi di scialpinismo più famosi delle Alpi: soli 400 metri di salita per oltre 2000 metri di discesa. Una gita da favola in alta montagna, fattibile in giornata con un po’ di allenamento alla quota. Da gennaio ai primi di maggio, condizioni permettendo. 

 

Per chi

Pisgana e Pisganino sono degli itinerari classici, pargonabili per la loro bellezza e il loro sviluppo alla Val di Mesdì nelle Dolomiti o alla Vallée Blanche nel gruppo del Monte Bianco. Un must per tutti i freeerider e scialpinisti che amano tanta discesa e poca salita! Per chi non ha mai fatto itinerari del genere, precedentemente al Pisgana faremo una giornata insieme sui fuoripista del Tonale.

 

Come funziona

Dal Passo del Tonale risalita con gli impianti fino a Passo Presena (2950m). Da qui, si scia sul versante sud della conca del Mandrone fino a quota 2550m. Messe le pelli o le racchette da neve per gli snowboarder, si sale in direzione ovest fino al Passo Pisgana (2933m). Da questo colle si può decidere se scendere verso Ponte di Legno sul Pisganino, oppure salire ancora 200m per accedere alla discesa sulla Vedretta del Pisgana.

 

Quanto costa e come prenotare

Prezzo per persona al giorno (9.00-15.00) iva inclusa

  • 1 persona                280 euro
  • 2 persone                150 euro
  • 3 persone                105 euro
  • 4 persone                85 euro
  • 5 persone                70 euro

 

Per iscriversi, occorre prenotarsi tramite e-mail almeno 5 giorni prima dell’uscita e versare la quota tramite bonifico. La quota comprende: l’accompagnamento, l’insegnamento e l’organizzazione della Guida Alpina, l’uso dei materiali comuni e l’assicurazione di responsabilità civile. 

La quota non comprende: le spese di vitto, alloggio, trasporti, 
assicurazione infortuni personale. Tutto quanto non specificato alla voce 
”la quota comprende”.

 

Attrezzatura

  • Sciatori e telemarker: sci con attacco “touring”, scarponi con modalità “walk”, pelli di tessilfoca su misura dello sci, rampanti su misura dello sci.
  • Snowboarder: tavola non rigida (o modello freeride), scarponi soft, racchette da neve specifiche per scarponi snowboard.
  • Materiale personale:  bastoncini con rotella grande, ARVA, pala, sonda, zaino 30 litri, thermos con tè caldo, mangiare (barrette, panini, parmigiano, frutta secca…), primo soccorso, occhiali da sole (categoria 3 o 4), maschera sci, giacca gore-tex, sovrapantaloni gore-tex, gilet windstopper, pantaloni e maglia traspiranti, piumino leggero, maglietta traspirante ricambio, guanti leggeri e pesanti, berretto, bandana, protezione solare.

 

VEDI GALLERIA FOTOGRAFICA